Riqualificazione del porto e del waterfront di Stintino

Home / Riqualificazione del porto e del waterfront di Stintino

Location Stintino

Cliente Comune di Stintino

Data 2018

Status Concorso di idee _ Progetto 2° classificato

 

Progetto in collaborazione con Alvisi Kirimoto, Milan Ingegneria, Roberto Corbia, Alessandro Sabino, Gavino Masia

Delicato crocevia fra sistemi ambientali differenti, situato nella punta estrema nord occidentale della Sardegna, Stintino, nato come piccolo borgo di pescatori, oggi, grazie alle sue straordinarie bellezze è annoverabile tra le località marittime più conosciute al Mondo. Il piccolo borgo, fra i primi avamposti ad Ovest nel Mediterraneo dell’Italia, nonchè primo approdo da e per l’Isola dell’Asinara, (con la quale vi è un legame profondo di assoluta reciprocità) pur rappresentando però la centralità, “l’epicentro” urbano di riferimento per questo piccolo spicchio di Sardegna, non riesce ad essere a pieno quel catalizzatore di urbanità, che dovrebbe e potrebbe essere. Elemento cardine sul quale si affaccia praticamente tutto il piccolo borgo ed allo stesso tempo maggiore opportunità per il rilancio dell’immagine del paese stesso è il porto, o per meglio dire “i porti”: 3 piccole entità (Porto Minore, Porto Mannu, Marina di Stintino) nate in epoche differenti che oggi però appaiono evidentemente sconnesse sia tra loro che soprattutto appunto con il limitrofo centro abitato.

Sulla scorta delle indicazioni del documento di indirizzo alla progettazione, l’intervento si propone quindi di valorizzare e mettere a sistema in un ottica futura (andando anche oltre il traguardo assegnato per il bando) quelle che sono le prospettive e le visioni progettuali del territorio che vengono indicate in termini di riorganizzazione della mobilità, nuove funzioni urbane e individuazione di nuove polarità, proponendo alla città il progetto di un waterfront completamente percorribile a piedi e in bicicletta, attraverso la continuità del quale sarà possibile attraversare tutto il borgo di Stintino; un nuovo bordo d’acqua, fruibile 365 gg all’anno, flessibile nei suoi usi che potranno essere diversi a seconda della stagione e dei differenti momenti della giornata, sostenibile, sia da un punto di vista economico, che sociale ed ambientale. Il progetto, attraverso la costruzione di un sistema di spazi pubblici di qualità e nel rispetto degli straordinari valori ambientali dell’area, cerca di trovare una soluzione urbanistica architettonica e paesaggistica, capace da una parte di ricucire e connettere le diverse emergenze e sistemi territoriali e urbani esistenti e dall’altra di razionalizzare al meglio i flussi dell’infrastruttura portuale, riorganizzando le funzioni e massimizzando la capacità ricettiva del porto stesso, incrementandone e differenziandone l’offerta.

Una visione coraggiosa e ambiziosa che guarda al futuro della piccola cittadina, disegnando una nuova immagine urbana di qualità del piccolo borgo di Stintino.


 Previous  All works Next